domenica 3 maggio 2015

A Masino, Tre giorni per il giardino


Tra cappellini fioriti, animali da cortile e tantissime tentazioni botaniche, va in archivio anche la XXIV edizione di Tre giorni per il giardino, la più importante mostra floro-vivaistica nazionale ospitata tutti gli anni, il primo fine settimana di maggio, nel parco del castello di Masino, a Caravino (Torino).




PROFUMO di Rose Barni, vivaisti dal 1882


D'ALTRI TEMPI il Cantapioggia, un antico annaffiatoio fatto a mano in terracotta antigeliva da Vasco Venturi per Maestri di Giardini



COLORATO l’allestimento dell’Erbaio della Gorra di Casalborgone che suggerisce come raggruppa le erbacce perenni per tonalità (Hosta, Iris, Aquilegia, Saxifraga, Lupinus, Digitalis, Delphinium…)



DA COPIARE le cassettine e il baule per le erbe aromatiche




ECOSOSTENIBILE l’effetto prateria di un giardino di sole erbacee



PROMOSSO l’“Orto tra le balle… di fieno” degli studenti dell’istituto tecnico agrario R. Vaglio di Biella



MANIA per le protee, discutibile “must have” di questa edizione




LEGGEREZZA nel “Giardino delle nuvole” nel parco del castello progettato dall’architetto paesaggista Paolo Pejrone





DA PERDERSI i due chilometri del labirinto di carpini

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...