lunedì 1 febbraio 2016

Fiori commestibili dentro e fuori dall’orto


Calendula, primula, nasturzio e tarassaco colorano insalate, tartine e formaggi. Rose e viole, cristallizzate con albume e zucchero, o “al naturale” decorano i dessert, insieme a garofano e gelsomino. Sono solo alcuni dei fiori commestibili, coloratissimi, facili da coltivare e da portare in cucina accanto ai più comuni fiori di zucche e zucchine.



Anche se spesso ce ne dimentichiamo, sono tanti i fiori che finiscono in infusi, tisane, salse e condimenti. Dalla comunissima camomilla, al fiore di Hibiscus sabdariffa con il quale si prepara il karkadè, dallo zafferano, ottenuto dagli stigmi dei fiori di Crocus sativus, ai capperi, fiori raccolti ancora in bocciolo e conservati sott’olio o sotto sale.

I fiori commestibili sono tantissimi!!! Profumati e saporiti si coltivano in vasi e aiuole, ma anche nell’orto, dove regalo allegria e contribuiscono alla salute di ortaggi e legumi, tenendo lontano i parassiti e attirando gli insetti buoni.





Dalla primavera all’autunno, ecco qualche consiglio su semina, cura e consociazioni dei fiori buoni da mangiare:

Calendula
semina: aprile-maggio
fioritura: da fine inverno a inizio autunno
gusto: piccante
in cucina: primi piatti, insalate
nell’orto: attira i sirfidi (insetti impollinatori)

Crisantemo
fioritura: ottobre-novembre
gusto: piccante/amaro
in cucina: frittate, insalate, piatti di pesce

Dente di leone o tarassaco
fioritura: aprile
gusto: amarognolo
in cucina: salsa per la pasta, insalate

Fiordaliso
semina: marzo
fioritura: maggio-giugno
gusto: erbaceo; solo i petali, da evitare il gambo amaro
in cucina: insalata
nell’orto: attira sirfidi e coccinelle

Garofano
fioritura: agosto-settembre
gusto: dolce
in cucina: dolci

Gladiolo
fioritura: luglio
gusto: delicato
in cucina: farciti o nell’insalata
in giardino o nell’orto: si interrano i bulbi tra marzo e maggio

Lavanda
fioritura: giugno
gusto: dolce/speziato
in cucina: ricette dolci e salate
in giardino: vicino alle rose allontana gli afidi

Nasturzio
semina: aprile
fioritura: giugno-settembre
gusto: piccante
in cucina: farciti o nell’insalata
nell’orto: vicino a pomodori e fagioli allontana gli afidi

Primula
fioritura: febbraio-marzo
gusto: delicato
in cucina: insalate, frittate, risotti, dolci

Rosa
fioritura: maggio
gusto: più intenso nelle varietà a fiore scuro
in cucina: risotti, dolci, bibite

Viola
fioritura: marzo
gusto: delicato, di menta
in cucina: insalate, frittate, dessert a base di frutta, bibite



Vi lascio le ricette con i fiori di Ultimissime dall'orto:

E la guida Slow Food "40 fiori da mangiare", con le relative raccomandazioni al consumo: solo quelli coltivati senza l’impiego di agenti chimici e pesticidi e mai in caso di dubbio!

2 commenti:

  1. utilissimo, grazie. In tempo per le prime semine! Diana (Lavori in giardino)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Se ti fa piacere, inviami qualche foto del tuo orto-giardino di fiori commestibili o di una tua ricetta fiorita. La pubblico volentieri! Buona semina :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...