martedì 12 aprile 2016

Bergenie grafiche ed eleganti quando iniziano a sfiorire


Le Bergenie le preferisco adesso, quasi sfiorite.

Il colore vivace dei petali appena sbocciati sbiadisce in un elegante rosa pallido, i semi sono più accentuati, gli steli, grafici e slanciati, si stagliano contro le foglie lucide e verdissime.


La varietà più comune sboccia a metà marzo in vivaci mazzi di fiori rosa annunciando la primavera accanto agli ingressi, sotto le chiome di grandi alberi o nei cortili ombrosi dei palazzi.

Non hanno bisogno di nessuno, si arrangiano da sole, danno colore dove altre piante non hanno nessuna voglia di stare e, in poco tempo, ricoprono il terreno con un intrico di rizomi e foglie ovali e coriacee, che scoraggia le infestanti.

Ma la tendenza del giardiniere è di incaponirsi con le piante che fanno le difficili, pronto a tutto pur di veder fiorire quella pianta che proprio non ne vuole sapere. E le Bergenie, così forti e indipendenti, così dannatamente "facili", snobbate, passano nel dimenticatoio.


La Bergenia predilige la mezz’ombra e i terreni freschi, dove cresce in fretta, vigorosa, senza bisogno di cure particolari, eccetto qualche annaffiatura nei mesi più siccitosi.

I manuali consigliano di eliminare i capolini sfioriti: io non ci penso proprio.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...