giovedì 9 febbraio 2017

Come ordinare vasi e attrezzi da giardino

 
Sono una pigra giardiniera italiana. Pigra non perché non abbia smania di rimboccarmi le maniche e affondare le dita nella terra, ma perché, a differenza degli amici giardinieri del nord Europa, che vedo già affaccendati tra semine in serra fredda e manutenzioni di scale e vialetti, io con l’aria fredda, l’umidità e la terra pesante, non ho un buon rapporto. Per me è ancora maledettamente presto. Ho potato un cespuglio in due ore di sole, poi è tornata a scendere una guazza gelata e sono rientrata nel guscio come una tartaruga. E nemmeno il giardino sembra essere contrariato della mia pigrizia: chiede la pioggia e ancora qualche settimana di riposo.

Questo tempo sospeso tra inverno e primavera non andrebbe però sprecato, ma sfruttato al meglio per dedicarsi a quei lavori che altrimenti passano sempre in secondo piano come il riordino di vasi e attrezzi. Un lavoro noioso che, con un po’ di creatività, può trasformarsi in un'attività divertente e utile per annotare ciò che manca o che andrebbe sostituito.


 
Prova il fai-da-te

Se sei un esperto del fai-da-te, magari hai già pensato a realizzare un piano di lavoro con scaffali e cassoni su misura, se invece sei alle prime armi puoi munirti di carta vetro, vernici e pennelli e dare nuova vita a una vecchia credenza o a un armadio di recupero in cui sistemare vasi, palette, forbici da potare, spago, filo di ferro e tutti i piccoli attrezzi da giardino. 

Puoi aggiungere ganci per gli attrezzi e verniciare il piano d'appoggio per prendere appunti o il frontale dei cassetti per annotare il contenuto. Se le ante della credenza sono rovinate puoi toglierle e lasciare gli oggetti a vista o sostituire i vetri crepati con la rete metallica a trama piccola usata per le recinzioni dei pollai.



Organizza così lo spazio

Tieni a vista i vasi di coccio, l'annaffiatoio di latta e la paletta: sono gli attrezzi che usi con più frequenza e sono belli da vedere. 

Organizza un piano di lavoro (un vecchio tavolo o un asse poggiato su due cavalletti andranno benissimo!) per semine e travasi.

Conserva le cassette di legno della frutta e vecchi cassetti spaiati per ordinare in bella vista i vasi in terracotta e le bustine di semi.

Appendi gli attrezzi più grandi (rastrello, zappa, forca), non dovrai spostarli ogni volta per spazzare il pavimento da terra e foglie secche.

Se hai bambini curiosi scegli invece uno scaffale alto o un’antina con la serratura per riporre concimi liquidi, polverine radicanti, preparati per il verderame e attrezzi taglienti.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...